Diritto al lavoro

In un periodo di forti cambiamenti sociali e difficoltà economiche, la problematicità nel reperire un’ attività lavorativa stabile si accompagna alla costante difficoltà economica vissuta dai lavorati precari o sottoccupati: tra le richieste più frequenti che riceviamo, la maggior parte riguardano la necessità di reperire un’ attività lavorativa o la difficoltà dei lavoratori precari nell’arrivare alla fine del mese. Il Centro d’ascolto non ha funzioni d’intermediazione diretta per il lavoro ma è possibile in sede di colloquio ricevere informazioni sui Servizi presenti sul territorio che operano nell’ambito della ricerca e somministrazione del lavoro: Centri per l’impiego, Sportello Lavoro, Agenzie di somministrazione presenti sul territorio di Bologna e provincia.
Il Centro può sostenere anche persone occupate o disoccupate che ritengono di aver bisogno di supporto nella ricerca o per il mantenimento di un’attività lavorativa. Il nostro obiettivo è affiancare le persone più svantaggiate per rimuovere quegli ostacoli che rendono per loro demotivante cercare, quindi quasi impossibile trovare e mantenere un posto di lavoro. L’inclusione lavorativa, che è parte integrante del processo di costruzione dell’identità e di appropriazione della propria dignità, è elemento imprescindibile per diventare uomini e donne liberi.
Alcuni link utili per chi cerca lavoro:

Progetto

L’attenzione al lavoro nasce all’interno del Centro d’ascolto della Caritas Diocesana come espressione della volontà della Chiesa di Bologna.

In un periodo di forti cambiamenti sociali e difficoltà economiche, la problematicità nel reperire un’attività lavorativa stabile si accompagna al costante impoverimento dei lavoratori precari o sottoccupati.

Ci siamo posti l’obiettivo di individuare e superare quegli ostacoli che impediscono alle persone più svantaggiate di cercare, trovare e mantenere un’occupazione.

L’idea di creare un percorso di accompagnamento al lavoro trova fondamento nel riconoscimento della dignità di ogni persona che non può essere oggetto passivo dell’aiuto bensì co-protagonista del suo cammino verso l’autonomia.

E noi abbiamo compreso che il nostro ruolo non può che essere quello di  accompagnatori.

Accompagniamo le persone per un tratto di strada: durante il primo mese di lavoro, nella ricerca e attivazione di corsi di formazione specializzati, per il rinnovo della patente, con il sostegno per il costo dei mezzi di trasporto,… e soprattutto nel “tenere duro”, nel non scoraggiarsi, nel confrontarsi con le difficoltà quotidiane e riuscire comunque a vincere le proprie paure e andare avanti.

Tra gli obiettivi ci  poniamo quello di affiancare chi vive ai margini della società e chi è disoccupato da lunga data per riscoprire e valorizzare le proprie competenze e risorse e, in base alla specificità della richiesta, si cercano collaborazioni all’interno della rete dei servizi pubblici o privati per essere maggiormente efficaci.

In quest'ottica sono nati anche i progetti che presentiamo.