CORRIDOI UNIVERSITARI: dall' Etiopia a Bologna per studiare



Sono cinque i giovani rifugiati che hanno conseguito la laurea in Etiopia e che avranno la possibilità di essere selezionati per partecipare alla fase pilota del progetto UNI-CO-RE (UNIversity COrridors for REfugees). Grazie ai corridoi universitari promossi dall’Università di Bologna, UNHCR e una fitta rete di altri partner e istituzioni nazionali ed internazionali tra cui la Caritas, i cinque studenti selezionati potranno proseguire il proprio percorso accademico scegliendo una delle lauree magistrali proposte dall’Università di Bologna dando loro un’occasione per una nuova possibilità di studio e di integrazione. Per gli studenti rifugiati selezionati sono infatti previsti servizi di supporto amministrativo e logistico, e percorsi di integrazione nella vita universitaria italiana. Tra i partner che hanno scelto di scendere in campo al fianco dei rifugiati ci sono: Arcidiocesi di Bologna, ER.GO – Azienda Regionale per il Diritto agli Studi Superiori dell’Emilia-Romagna, Federmanager Bologna – Ravenna, Gandhi Charity, Manageritalia Emilia Romagna, Next Generation Italy.

L'obiettivo è quindi quello di sostenere l’arrivo in Italia di questi cinque allievi dell’Università di Macallè che siano determinati a frequentare un biennio di specializzazione presso l’Ateneo bolognese. Perché siamo convinti che l'integrazione passi prima di tutto dalla possibilità per ciascuno di realizzare i propri sogni!










55 visualizzazioni