top of page

In-formazione con i volontari della Mensa della fraternità



I volontari sono da sempre la risorsa più preziosa della Caritas: grazie alla loro presenza, alla loro fedeltà e generosità possiamo farci vicini a tante persone in difficoltà.

Numerosi servizi e progetti sono attivi grazie a loro; tra questi la Mensa della fraternità in via S. Caterina ne è esempio emblematico, aperta tutte le sere da 47 anni accoglie per la cena circa 180 persone al giorno.

In questi anni la mensa ha cambiato volto tante volte, anzi sono tanti i volti che continuamente cambiano, quelli dei volontari così come quelli degli ospiti.

Come garantire nel tempo e nella perenne trasformazione sociale che il gesto semplice dell’offrire un pasto caldo rimanga immutabile?

È una strada che si percorre insieme, dedicando tempo all’incontro e al desiderio di capire cosa succede nella città e nella società. Per questo abbiamo iniziato un ciclo di incontri con i volontari “Mensa In-Formazione” per condividere aspetti legati al servizio e approfondire alcuni temi.

Martedì 30 gennaio nel salone della mensa abbiamo invitato Davide Conte, economista, già assessore al bilancio e alla cultura del comune di Bologna, particolarmente interessato al mondo del terzo settore e del volontariato. Il suo intervento ci ha illustrato il quadro della povertà nell’area cittadina di Bologna. Dati alla mano emerge che Bologna è una città caratterizzata da crescenti disuguaglianze sociali ed economiche che segnano differenze tra cittadini italiani e stranieri, tra donne e uomini, tra giovani e meno giovani.

Durante l’incontro si susseguono domande di approfondimento, riflessioni e conferme. Diventa più chiaro il motivo della presenza in mensa di tante persone straniere e più organico il nostro impegno, perché meglio conosciamo il contesto sociale, meglio potremo aiutare chi ci chiede sostegno.


178 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page