Cinque pani e due pesci - Percorsi di animazione e sostegno 2019: Presentazione e foto



Cinque pani e due pesci” il miracolo della condivisione

Nessuno sceglie dove nascere, c’è a chi va bene e a chi va meno bene, o proprio molto male, come possiamo evincere dalle cronache degli ultimi tempi.

Noi che viviamo la chiesa nella Diocesi di Bologna, possiamo dirci privilegiati, in questi tempi duri dal punto di vista economico, e non solo; la Provvidenza ci ha trasmesso il dono di una persona che ha creduto nella nostra chiesa per arrivare ad aiutare i poveri e le persone che affrontano vari tipi di traversie o francamente di emergenze. Sono i Fondi Faac, che da qualche anno, dalle mani del Cardinale Caffarra prima e dell’Arcivescovo Matteo ora, arrivano alle nostre Caritas presenti in molte parrocchie dell’Arcidiocesi.

È un dono grande di cui sentirci tutti responsabili, da condividere fra le Comunità cristiane perché arrivi a portare sollievo e speranza a quanti sono provati dalle difficoltà, dalla mancanza di lavoro, dalla fatica a radicarsi in un paese straniero che non si sta dimostrando poi così accogliente, dall’incapacità a vivere relazioni familiari stabili, dalla malattia e dalla vecchiaia, e cosa che accomuna tutti, dall’indifferenza che ci fa sentire isolati, soli con le nostre fatiche e sofferenze.

Forse perché anche le Caritas Parrocchiali sono ben consapevoli di tutto ciò, la loro presenza all’incontro di martedì 4 giugno presso la Parrocchia di S. Andrea alla Barca, è stata vivacemente significativa.

Il Direttore della Caritas Diocesana, don Matteo Prosperini, ha guidato e animato l’incontro durante il quale ha presentato il progetto per la nuova erogazione 2019/2020 dei Fondi Faac: “5 pani e 2 pesci”. Il percorso pensato da quest’anno, e che tiene conto delle esperienze e delle domande emerse dai Focus Group cui a Febbraio hanno partecipato rappresentanti di 50 Caritas Parrocchiali, è molto articolato.

L’obbiettivo principale è allargare lo sguardo degli animatori delle Caritas a tutta la Comunità cristiana e al territorio, per contagiare lo sguardo misericordioso di Gesù a tutti.

Da questo sono scaturiti stimoli nuovi per le Caritas Parrocchiali e i loro Sacerdoti.

L’accoglienza è stata in generale molto positiva. Evidentemente la strada intrapresa incontra anche la consapevolezza e i bisogni delle Caritas Parrocchiali.

Nello spazio riservato alle domande, molti hanno posto quesiti che hanno aiutato ad entrare anche nei particolari del Percorso.

E’ stato veramente un bel momento di Chiesa, di incontro vero, di condivisione, di riconoscimento reciproco.

L’augurio è che in ogni Parrocchia della nostra Diocesi possa arrivare e diffondersi questa ventata di entusiasmo e di speranza che fa ancora e ogni giorno, del Vangelo una vera Buona Notizia!








Il progetto inizierà concretamente da settembre con l’inizio del nuovo anno pastorale.

Nell'immagine sottostante potete trovare il percorso formativo previsto per tutte le Caritas Parrocchiali a partire da settembre.




341 visualizzazioni