EMERGENZA UCRAINA: AGGIORNAMENTI - Progetto "coiVolti"

Aggiornamento: 31 mar



La Caritas di Bologna è impegnata ad affrontare la drammatica situazione di tantissime famiglie che sono arrivate in città fuggendo dalla guerra. Alcune notizie utili:

- non raccogliamo richieste di ricerca di alloggio direttamente dalle persone ucraine.

- Per tutti gli ucraini si raccomanda di andare all’hub in Piazza XX settembre a Bologna per seguire tutte le pratiche necessarie per i documenti, l’assistenza sanitaria ed anche l’alloggio.


Apprendiamo notizie dirette sull’Ucraina da Caritas Italiana che segue costantemente l’evoluzione della situazione umanitaria anche nei paesi vicini in raccordo con le Caritas nazionali di Ucraina, Polonia, Moldavia e le altre. Siamo in collegamento costante con Comune e Prefettura per offrire il nostro contributo in modo coordinato. Siamo a disposizione delle caritas parrocchiali che necessitino di informazioni e supporti.

Abbiamo avviato lunedì 14 marzo il progetto coiVolti per dare un segno concreto al bisogno di accoglienza delle tante famiglie ucraine arrivate. In questa prima settimana sono oltre 100 le persone accolte in 7 parrocchie e 13 famiglie grazie al lavoro di operatori dedicati, tra cui una mediatrice linguistica ucraina; si tratta soprattutto di mamme e bambini che non avevano trovato posto nei centri gestiti da Comune e Prefettura.

Sono oltre 150 le disponibilità raccolte per ospitare; si tratta di famiglie che generosamente aprono le porte di casa e mettono a disposizione un divano, una camera o una casa. Molte parrocchie stanno già accogliendo e stanno organizzando reti di famiglie che supportano chi accoglie direttamente in casa: una bella testimonianza di apertura e comunione. Ci sono casi di accoglienze emergenziali per non dormire in strada e casi di accoglienza di una settimana.

Per aderire al progetto scrivere a caritasbo.direttore@chiesadibologna.it.


Tante le manifestazioni di solidarietà e sostegno concreto arrivate alla Caritas Diocesana oltre le disponibilità per l’accoglienza: sono stati donati finora € 200.000 che verranno devoluti soprattutto a Caritas Italiana per progetti di aiuto mirati. In minima parte a Bologna i fondi serviranno per l’acquisto di buoni spesa o per altri aiuti specifici legati alle accoglienze.


Si può contribuire con un bonifico a

Arcidiocesi di Bologna - Caritas diocesana IT94U0538702400000001449308

Causale: “Europa-Ucraina”.


Molte altre donazioni riguardano ambiti diversi legati ad attività di integrazione sociale che presto svilupperemo: coinvolgimento in attività sportive, sostegno all’inserimento scolastico, forme di supporto psicologico ed altro ancora.



1.069 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti