Mostra per la Giornata Mondiale del Rifugiato

Porta Pratello, a partire dal 18 Giugno



Inizia oggi la Mostra “Non importa da dove vengo, non importa la mia storia”, evento di apertura della rassegna per celebrare il 20 Giugno.

L’inaugurazione si terrà il 18 Giugno, alle ore 21.00 in Via Pietralata 58.


Scarica il volantino della mostra.


99 coperchi di scatole di risme di carta per fotocopie

99 visi di donna con occhi chiusi

99 frasi raccolte che rispondono alla domanda: che cosa vorresti dire di te che gli altri qui non vedono?

Le frasi sembrano banali e nella ripetizione diventa ridondante

“non importa da dove vengo, non importa la mia storia”.

E ancor più “e tu chi sei?”

Il vero confine da eliminare è quello tra individui,

è quello che classifica inesorabilmente per stereotipi creando un’unica storia possibile.

Un’identità che non è quella per la quale le persone vorrebbero essere conosciute ancor prima di essere riconosciute.

I volti sono naif,

gli occhi chiusi perché il dolore è troppo

per essere guardato in faccia.

Sono donne perché sono figlie e madri prima di ogni altra cosa.

Coperchi di scatole di cartone

che verrebbero buttati dopo essere stati accatastati.

Fotocopie perché questo è lo stereotipo principale che marchia lo straniero quando arriva,

l’errata percezione che siano tutti uguali.

La banalità delle frasi rende la persona uguale a noi nelle piccole cose, nei gusti, nei desideri, nei sogni…

E solo dopo aver letto per novantanove volte

“non importa da dove vengo, non importa la mia storia”

possiamo riscoprire la straordinaria possibilità dell’incontro tra persone, fuori da confini inutili e dolorosi.

Perché non cento?

Perché è doveroso ricordare anche il centesimo,

chi non arriva e non ce l'ha fatta.

28 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti