top of page

Giornata dell'Europa




In occasione della Giornata dell’Europa (9 maggio) il card. Matteo Zuppi (presidente della Conferenza episcopale italiana) e mons. Mariano Crociata (presidente della Commissione delle conferenze episcopali della Comunità europea) hanno preso carta e penna e hanno scritto una “Lettera all’Unione Europea”.

“Ti scriviamo perché abbiamo nel cuore un desiderio: che si rafforzi ciò che rappresenti e ciò che sei, che tutti impariamo a sentirti vicina, amica e non distante o sconosciuta”. E “non possiamo dimenticare come prima di te, per secoli, abbiamo combattuto guerre senza fine e milioni di persone sono state uccise. Tutti i sogni di pace si sono infranti sugli scogli di guerre, le ultime quelle mondiali, che hanno portato immense distruzioni e mor­te”. L’idea dell’Europa unita, come antidoto alla guerra, nasce “proprio dalla tragedia della Seconda guerra mondiale”.

Nella lettera anche un appello a tutti, candidati e cittadini, a cominciare dai giovani che per la prima volta andranno a votare, “perché sentano quanto sia importan­te compiere questo gesto civico di partecipazione alla vita e alla crescita dell’Unione”. “Non andare a votare non equivale a restare neutrali, ma assumersi una precisa responsabilità, quella di dare ad altri il potere di agire senza, se non addirittura contro, la nostra libertà”.




12 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page