top of page

Io sono l’altro. Il volontariato dei giovani in Caritas






E' stato presentato il secondo Rapporto Caritas sul volontariato.

La presentazione è avvenuta a Roma, nel contesto dell’incontro dei referenti diocesani Caritas del volontariato: un evento in linea con gli obiettivi strategici per il quinquennio 2023-2027, che prevedono “un’attenzione specifica al volontariato e all’educazione al servizio”.

Caritas Italiana, sin dall’indagine sul volontariato promossa nel 2023, sta rivolgendo la sua attenzione “alla cura di chi si prende cura”, a coloro, cioè, che svolgono il proprio operato al servizio della Carità.

Dai principali dati emersi dall’indagine si evince che:

  • sono 13.732 i giovani tra i 16 e i 34 anni che fanno volontariato in Caritas, nelle parrocchie e nei servizi diocesani;

  • sono in maggioranza di sesso femminile (70,3%);

  • hanno un titolo di studio medio-alto: il 38,5% è laureato, il 29,2% ha un titolo di scuola media superiore;

  • non sono solo studenti: lavora il 46,1%, studia il 38,5%, è disoccupato il 12,3%;

  • l’83,1% si dichiara cattolico, ma solo il 38,5% ha altri impegni nella dimensione ecclesiale;

  • il 73,8% dedica al volontariato più di 5 ore alla settimana;

  • non si fermano alla Caritas: il 40% fa volontariato anche presso altre realtà sociali, non solamente cattoliche, pubbliche e private;

  • i giovani volontari sono entrati in contatto con la Caritas soprattutto perché frequentavano parrocchie o associazioni cattoliche (41,5%).


Nello specifico fra il 2006 e il 2023:

  • Caritas Italiana ha sostenuto 421 progetti di volontariato giovanile, nell’ambito del Progetto nazionale “Servizio. nonviolenza, cittadinanza”;

all’interno di tale filone, sono i 181 progetti di Anno di volontariato sociale e 240 le “Proposte diversificate”;

  • sono state coinvolte 97 Caritas diocesane (31 nel Sud, 31 nel Centro, 38 nel Nord)

A tali progetti possono essere aggiunti i numeri relativi al Servizio civile: dal 2001 (anno in cui fu istituito il Servizio civile universale su base volontaria), sono stati circa 14mila i volontari che hanno svolto il servizio civile in Caritas, in progetti in Italia e all’estero.

“L’esperienza del volontariato in Caritas, in particolare”, sottolinea il direttore don Marco Pagniello, “va oltre il sem­plice fare: tocca l’anima, invitando i giovani a guardare oltre sé stessi per abbracciare una visione più ampia di solidarietà e fraternità uni­versale, a partire dai più poveri. In questo modo, il volontariato diventa non solo un’opportunità di crescita personale, ma anche un mezzo per costruire una società più giusta e solidale”.

Il Rapporto Caritas sul volontariato dei giovani è disponibile in versione integrale su www.caritas.it.

Caritas Bologna ha all'attivo diversi progetti che coinvolgono i giovani della città:

  • un tempo per voi, uno stage formativo retribuito in cui sette giovani dai 18 ai 26 anni possono vivere momenti di servizio;

  • il servizio civile universale, che è appena partito e quest'anno vede la partecipazione di cinque giovani;

  • il gruppo giovani volontari, che hanno deciso di donare il loro tempo facendo servizio in Caritas:

  • i giovani volontari che decidono di intraprendere un anno di convivenza nei progetti diocesani di accoglienza: la Tenda di Sara e Casa Noemi e Ruth.

20 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page